LE STORIE DI SUCCESSO RACCONTATE DA ASSOTOUR

Noi di Assotour crediamo nelle attività che vogliono crescere e valorizzare le proprie origini, attraverso la propria volontà, lungimiranza e il proprio senso di appartenenza al territorio in cui operano

In ogni posto d’Italia esistono persone che credono nelle proprie idee, trasformandole in progetti. In questo articolo raccontiamo di un uomo con una bella storia alle spalle. Una storia fatta di tanto impegno e dedizione per l’attività di famiglia ma anche per le sue passioni e la sua città: la bellissima Vigevano. Questo signore è Paolo Ariano (classe 1950).

Sin da piccolo (15 anni) si è sempre adoperato per organizzare eventi di beneficenza, attività che ha continuato a seguire nel corso degli anni al punto di guadagnarsi diversi riconoscimenti da parte dell’Unicef. E di riconoscimenti ce ne sono anche altri: un ringraziamento ufficiale da parte del comune di Vigevano e dell’Amministrazione comunale per i meriti artistici nel 2019, oppure il premio come “Personaggio dell’anno”, un concorso organizzato dal quotidiano La Provincia Pavese nel 1996. 

Da organizzatore a direttore artistico, quindi ideatore e presentatore di manifestazioni di grande successo che si svolgono da anni nella città di Vigevano: come il Festival degli Artisti (26 edizioni), Vigevano danza, Festival città di Vigevano, Serata Ducale dell’Unicef e Miss Vigevano

La caratteristica di Paolo Ariano che abbiamo notato, è la sua concretezza che però guarda lontano. E ce lo suggerisce il fatto che i progetti da lui ideati sono longevi e molto graditi alla popolazione. Per realizzare un festival, lo sappiamo bene, c’è bisogno di sponsor, soldi pubblici dedicati alle attività culturali, collaboratori validi, e i requisiti fondamentali per riuscire ad ottenere tutto questo, sono credibilità e autorevolezza. E le persone credibili e autorevoli sono quelle che sanno compiere passi piccoli e costanti, senza voli pindarici e senza vendere fumo. Questo lo sa bene Paolo Ariano, che a tutte quelle bellissime ragazze piene di sogni, che hanno sfilato sulla passerella di Miss Vigevano, ha sempre e solo garantito il divertimento e l’esperienza, come lui stesso sottolinea: “non prometto carriere sfavillanti né tanto meno ingaggi milionari. C’è il divertimento, la soddisfazione di conquistare una fascia e per le più promettenti la probabilità di venire notate e richieste. Invece alle mie ragazze ripeto sempre: fate attenzione! Là fuori è pieno di venditori di fumo e nei casi peggiori di mascalzoni che dietro la facciata dorata del mondo dello spettacolo, ambiscono ad altri scopi”.

E così, stando sempre con i piedi per terra, le passerelle di Miss Vigevano vengono percorse da una ragazza che si chiama Carolina Stramare. Sì, proprio lei, Miss Italia 2019.  Miss Vigevano, dunque, ha dato a Carolina la possibilità di sperimentare il palco, i riflettori, il mettersi alla prova, ma sentendosi al tempo stesso protetta dalla sua città, in un clima familiare e stabile. 

Quella di Paolo Ariano è davvero una bella storia da raccontare perché rispecchia i principi di Assotour. La credibilità e l’autorevolezza si costruiscono nel tempo, con tanto impegno e sani princìpi.Non perdendo mai di vista la propria crescita professionale, certo, ma contestualizzandola e innescando uno scambio vicendevole con l’ambiente in cui questa nasce e cresce.